La casa di Nettuno e Anfitrite


Questa abitazione si impone all'attenzione per la ricca decorazione del triclinio estivo, che già si scorge attraverso la finestra del tablino, posto in asse con l'ingresso.
Il nome convenzionale della dimora deriva dal mosaico parietale in pasta vitrea raffigurante Nettuno e Anfitrite (o forse piuttosto Venere), che decora la parete orientale dell'ambiente, mentre il lato Nord è occupato da un ninfeo, anch'esso rivestito da un mosaico in pasta vitrea con conchiglie e schiuma di lava e sormontato da maschere teatrali in marmo.
Sopra la zona delle nicchie è sistemato il serbatoio, che alimentava la fontana.
Nel larario (edicola) dell'atrio furono scoperte due lastre frammentarie in marmo dipinte a tratto rosso, una delle quali recante la firma in greco dell'artista: "Alessandro Ateniese dipinse".

La casa di Nettuno e Anfitrite

La casa di Nettuno e Anfitrite
La casa di Nettuno e Anfitrite
  • Condividi:
  • Aggiungi a Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Digg
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Live Bookmarks