L'anfiteatro


Costruito (circa 70 a.C.) dai duoviri Q. Valgus e M. Porcius, è tra gli anfiteatri più antichi e meglio conservati e accoglieva oltre 20.000 spettatori.
La cavea è divisa in tre settori: la ima cavea (prima fila) per i cittadini importanti, la media e la summa, più in alto, per gli altri. Spesso sulle tribune un velario proteggeva dal sole gli spettatori.
L'edificio era destinato ai combattimenti tra gladiatori. Sull'asse maggiore dell'arena si aprivano dueporte: per una entrava la parata dei partecipanti ai giochi, dall'altra erano portati via i corpi esanimi o feriti.
Nel 59 d.C. 'tifosi' pompeiani e nocerini scatenarono una violenta rissa e il 'campo fu squalificato' per dieci anni (provvedimento annullato dopo il sisma del 62 d.C.): forse il tifo mascherava il risentimento di Pompei verso Nocera, che divenuta da poco colonia ne aveva assorbito parte del territorio!
 

Dal 26 maggio al 2 novembre 2015 l'anfiteatro ospita la grande piramide progettata da Francesco Venezia che accoglie, al suo interno, 20 calchi delle vittime pompeiane recentemente restaurati per la mostra “Pompei e l’Europa. 1748-1943”.

L'anfiteatro

L'anfiteatro
  • Condividi:
  • Aggiungi a Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Digg
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Live Bookmarks