Foro Triangolare e Tempio dorico (VIII,7,30-34)


Il Foro Triangolare, grande terrazza naturale affacciata sulla valle del Sarno lungo il margine meridionale del pianoro su cui sorge Pompei, è una delle più antiche aree sacre dell’abitato, già in età arcaica (seconda metà del VI secolo a.C.) sede di un tempio dorico dedicato ad Atena e al culto eroico di Eracle, mitico fondatore della città.
In età tardosannitica (II secolo a.C.) il tempio dorico viene restaurato e l’intera area è oggetto di importanti interventi di monumentalizzazione, funzionali non soltanto alla pratica cultuale ma anche alla formazione della gioventù: sorgono un’edicola circolare (tholos) al di sopra di un pozzo probabilmente connesso alle celebrazioni rituali, l’imponente propileo di colonne ioniche all’ingresso della piazza a nord, il grande porticato dorico che delimita l’area sacra su tre lati, lasciando aperto quello meridionale per non ostacolare la vista del tempio dal mare e delimitando una pista per le competizioni ginniche lungo quello orientale, collegato alla vicina Palestra Sannitica. Ancora in epoca augustea (I sec. a.C.-I sec. d.C.) si assiste a interventi di rinnovamento delle strutture più antiche e all’aggiunta di monumenti onorari e cultuali, mentre nuovi rifacimenti risalgono agli ultimi anni di vita della città, in seguito ai danni del devastante terremoto del 62 d.C.

Tempio dorico

Tempio dorico
  • Condividi:
  • Aggiungi a Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Digg
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Live Bookmarks