"Verso Antigone" teatro e giustizia


Venerdì 9 novembre 2018, alle ore 10.00, presso il Teatro San Ferdinando di Napoli, si terrà il primo appuntamento di "Verso Antigone, teatro e giustizia" dal titolo "Comico osceno politico. Tra commedia e iconografia" (a margine delle Rane di Aristofane) con Gennaro Carillo ed il direttore generale del Parco Archeologico di Pompei Massimo Osanna. Si tratta di un un progetto a cura di Gennaro Carillo (coordinatore), Luca De Fusco, Alfredo Guardiano, Filippo Patroni Griffi. 

C’è un legame profondo, fin dalle origini greche, fra il teatro, la politica e la giustizia. Nelle Eumenidi, Eschilo inscena il mito di fondazione del tribunale competente in materia di delitti di sangue, l’Areopago. Ad Antigone di Sofocle ci si appellerà più o meno a ragione ogni qual volta entreranno in conflitto la legge come manifestazione del sistema di valori della polis (o come espressione della volontà, e dell’interesse, del più forte) e la legge degli dei o l’obbligo fondato su un vincolo di sangue. La commedia attica antica rappresenta le derive tiranniche delle giurie popolari, in tempo di democrazia radicale, e la crisi che culminerà con la sconfitta di Atene nella guerra del Peloponneso. Le perversioni linguistiche della legge e l’assurdità del rituale giudiziario saranno oggetto di deformazione grottesca anche da parte dei moderni, da Rabelais in avanti: si pensi a Racine, che riscrive ne I querelanti le Vespe di Aristofane; al giudice abietto, a mezzo tra Edipo e il diavolo, ne La brocca rotta di Kleist; alla critica della (il)logica giuridica, che nel Novecento avrà i suoi esiti più compiuti in Kafka e Dürrenmatt. Sono questi i temi del progetto Verso Antigone. Teatro e giustizia, promosso dal Teatro Stabile di Napoli in collaborazione con l’associazione Astrea. Sentimenti di giustizia, articolato in un ciclo di incontri a margine del cartellone 2018-2019 del Mercadante e del San Ferdinando e contraddistinto da una tensione centrifuga dell’antico verso il moderno. Di qui il titolo, Verso Antigone, che allude anche all’allestimento di Luca De Fusco della tragedia sofoclea previsto nella stagione 2020. Ingresso libero

Scarica Programma in Pdf

Pompei, 26 ottobre 2018

  • Condividi:
  • Aggiungi a Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Digg
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Live Bookmarks